Creatività

La creatività deve essere “logica libertà” di emozionare, colpire e sorprendere. Pensare come un adulto, ma agire come un bambino.

La creatività è il connubio tra innovazione ed invenzione, non è di certo la soluzione del nostro lavoro, ma può aiutare ad avvicinarsi all’obiettivo.
Il nostro approccio creativo è un insieme di aspetti che dobbiamo sempre tenere in considerazione. In ogni processo creativo il risultato che possiamo proporre può essere definito come “compromesso attivo” tra soggettività, tendenze, stile e irrazionalità.

Soggettività

Quello che desidera l’azienda, quello che piace all’azienda, quello che vuole l’azienda. La soggettività è piacere, impressione ed emozione, ma è personale. Per cui va considerata, pesata e valutata. È importante, ma non è l’unica variabile.

Tendenze

Tenere in considerazione il mercato è fondamentale perché si possono ottenere dati e informazioni indispensabili: qui agiscono altri player, competitor o partner, ognuno con la propria identità e la propria voglia di comunicare. Il mercato quindi va ascoltato, capito e monitorato per poter cogliere gli elementi e i contenuti che possono fare la differenza.

Stile

Seguire la corrente ed essere attuali significa stare al passo con i tempi, ma pur sempre in linea con i desideri e le aspettative del nostro target. Mai fermarsi a ciò che è ovvio e conosciuto, bisogna andare oltre, cercando di anticipare e, se possibile, introdurre nuovi stili e nuovi elementi. La capacità di giocare d’anticipo è una combinazione di istinto, attitudine e furbizia.

Irrazionalità

È importante usare bene logica e ancor meglio l’irrazionalità, avendo il coraggio di osare quando si è sicuri di poterlo fare. Se si è convinti di avere l’idea giusta, se si pensa che quello stile rappresenti la strada corretta di identificare e proporre un brand, un visual, una creatività, allora non si deve aver paura di osare.

“La creatività è inventare, sperimentare, crescere, assumersi dei rischi, rompere regole, fare errori e divertirsi.”

La nostra anima creativa si fonda assieme alla nostra indole comunicativa. Non è necessario ci sia sempre un effetto wow, ma è fondamentale che venga definita la migliore e più diretta comunicazione possibile.